Quattro Domande a...

Rubrica: Quattro domande a….Francesca Medugno

Buongiorno dott.sa Francesca Medugno la ringraziamo per aver accettato di partecipare alla nostra rubrica “Quattro domande a…”
La prima domanda è la seguente :

Lei è consigliere di maggioranza al Comune di Avellino, ma anche molto critica nei confronti di questa amministrazione, non pensa che la città di Avellino è diventata l’ultima città capoluogo della Campania e perché ?
Sono stata molto critica nei confronti dell’amministrazione, soprattutto per la mancanza di dialogo e di un metodo di lavoro condiviso.
Dopo la crisi di fine estate e l’intervento dei vertici nazionali e regionale del mio Partito, il PD, le cose sembrano procedere con un passo diverso. Con alcuni colleghi ho posto delle questioni programmatiche che l’amministrazione ha recepito e sta cercando di attuare.
Spero che questo anno e mezzo di consiliatura segni quel cambio di passo che auspicavo. Voglio essere ottimista e pensare che accadrà
La seconda domanda è sull’Auser:

Lei in questi giorni ha annunciato la chiusura dell’ “ AUSER – Filo d’Argento “ un’associazione per anziani molto attiva ad Avellino, che faceva tanto per 250 nostri concittadini, come mai è avvenuto tutto ciò ed ha qualche responsabilità il nuovo corso del sindacato della CGIL irpina a cui l’associazione era legata?
Gli indizi sono talmente numerosi che è difficile non pensare ad una prova certa.
Dopo tanti anni, precisamente 26, si chiude un esperienza associativa che ha dato tanto a questa città. Non vorrei credere che i paladini dei diritti dei lavoratori, gli esponenti della sinistra sindacale e politica più intransigente, utilizzino certi metodi stalinisti per rese dei conti politiche: sarebbe troppo in contrasto con quanto affermano in pubblico e per loro sarebbe motivo di onta e disonore. Non è possibile….
Le terza domanda :

Cosa auspica per il 2017 per la vita politica cittadina e dell’intera provincia di Avellino?
Un 2017 durante il quale possano chiudersi positivamente tante vertenze, soprattutto nel campo del lavoro. Per la mia città in particolare auspico la chiusura dei tanti cantieri e una vita politico-amminisrativa più propositiva e concreta
La quarta ed ultima domanda :

Il più grande rammarico per non aver ancora portato a conclusione nella sua vita da Consigliera comunale qualche progetto per giovani ed anziani?

Mi sarebbe piaciuto anche fare qualcosa in più per la vita culturale della città, ma sono certa che – mutate alcune condizioni – il mio contributo sarà più incisivo nel futuro prossimo.

Francesca Medugno vive ad Avellino madre di tre figli e nonna, è consigliere comunale al comune di Avelllino. Da sempre impegnata nel mondo del volontariato specie con gli anziani, tramite l’Associazione “AUSER-FILO D’ARGENTO” . Il suo impegno è stato premiato nelle ultime elezioni comunali risultando una novità nella vita politica Avellinese.

Lascia un Commento